Ortodonzia e Gnatologia – Bruxismo

Cos’è il Bruxismo? Come si cura?

A questo fenomeno c’è un rimedio. Il BITE.

Per bruxismo si intende lo sfregamento involontario durante il sonno dei denti. Infatti è il partner ad accorgersi la notte dello sgradevole rumore prodotto. Anche i bambini possono soffrire di Bruxismo. Addirittura ancora sopravvive la leggenda metropolitana che questi bambini sfregano i denti per i “vermi”. La causa è un mancato meccanismo di feedback del sistema parodontale per cui il nostro sistema nervoso non riesce a leggere il trauma dello sfregamento dei denti e non fa scattare il rilasciamento dei muscoli masticatori. Questo nel tempo porta alla distruzione prima dello smalto e poi della dentina fino a raggiungere la camera pulpare con perdita dei denti. Purtroppo non esiste una medicina che cura il bruxismo. L’unico rimedio consiste nel proteggere i denti con dei dispositivi applicati ad una delle arcate dentarie. Ne esistono già pronti all’uso ed in vendita nelle farmacie ( per es. Mr. Brux). Hanno il grosso vantaggio di costare poco ma non essendo individuali la loro efficacia è relativa e la durata limitata. In tutti i casi è meglio questo che non fare nulla. La soluzione ottimale rimane il bite per bruxista: consiste in un dispositivo in resina individuale posizionato nel’arcata superiore e funzionallizzata dallo gnatologo. Il paziente si abitua subito non essendo il bite ingombrante e i risultati sono eccezionali. Innanzitutto i denti non si consumano e la mattina non è più presente la tensione muscolare ai muscoli della faccia.
Un’ultima avvertenza: il bite va funzionallizzato ogni sei mesi.

Il tuo bambino ha veramente bisogno dell'apparecchio?

Scarica il nostro opuscolo per sapere tutto sull'apparecchio del tuo bambino